Abbiamo appena superato la fase 2 della pandemia da COVID-19, nuove abitudini ci vengono imposte dalle circostanze attuali per affrontare il periodo delicato che stiamo vivendo.

A noi cittadini viene richiesto di modificare il nostro comportamento quotidiano, familiare e lavorativo, alle aziende viene imposto un cambiamento che si traduce nell’introduzione di nuove procedure manuali e circolari.

Alcuni cambiamenti le aziende li hanno già affrontati in corso d’opera, come l’adeguamento delle procedure di sicurezza dei lavoratori, con la revisione dei modelli degli organismi di vigilanza (ex D.lgs 231/01), con le modifiche contrattuali legate all’applicazione di nuove modalità di lavoro a distanza o smart working, che comportano un livello di attenzione più alto nei confronti della cyber security ovvero della tutela della riservatezza dei dati aziendali nei confronti di attacchi informatici ai fini di estorsione o furto di dati sensibili.

Nell’affrontare tutte queste novità, le stesse aziende hanno dovuto indispensabilmente rivedere molte delle loro procedure, trasformando sì il rischio COVID-19 in un valore per l’azienda, ma senza aver avuto il tempo necessario per complesse compliance che oggi certamente le espone a rischi di vario genere.

Quali sono i potenziali rischi ai quali le aziende potrebbero essere esposte?

Stilare un elenco dei rischi sarebbe riduttivo, è possibile però prendere in considerazione delle macro aree nelle quali le aziende richiedono spesso il nostro aiuto per proteggere il proprio business o affrontare positivamente potenziali contenziosi. Possiamo infatti partire dai comportamenti illeciti o infedeli in generale che sono un fertilizzante per le frodi aziendali fino ad arrivare al vero e proprio spionaggio industriale.

In questo momento in cui l’attenzione è concentrata alla messa in sicurezza per la ripresa delle attività aziendali, non è venuto meno il rischio di essere oggetto di comportamento illeciti, da parte di dipendenti, soci e collaboratori:

  • I primi potrebbero realizzare veri e propri sabotaggi delle linee produttive per evitare di prestare la propria opera o assentandosi ingiustificatamente dal lavoro;
  • Soci e collaboratori, ora più che mai, potrebbero essere attratti da altre tipologia di business in concorrenza, sfruttando infrastrutture e know how di proprietà aziendale.

Altro scenario di rischio possibile è rappresentato dal fenomeno dello storno di clientela cioè quello che si verifica quando un concorrente applicando un’offerta fuori mercato è determinato ad entrare nell’indotto dei servizi connessi alla clientela di un’azienda.

Se tale attività si rende possibile per il tramite di un trasferimento di informazioni, si tratta di vero e proprio spionaggio industriale, fenomeno perseguibile con le giustificate prove dell’illecito. Lo spionaggio industriale può consistere nel trasferimento a terzi di segreti aziendali, progetti commerciali, nuovi prodotti o servizi in fase di lancio o peggio ancora il trasferimento a terzi di veri e propri portafogli clienti, con l’aggressione del mercato potenziale prima di chi ha investito in un’importante attività di ricerca e sviluppo.

Quali sono i nostri consigli e come possiamo supportarvi?

Il suggerimento primo su tutti è certamente quello di NON ABBASSARE LA GUARDIA.

E’ poi opportuno effettuare una equilibrata valutazione dei rischi imminenti sulla scorta di anomalie o sospetti rilevati, questi potrebbero interessare:

  • controllo di dipendenti o soci inaspettatamente dimissionari,
  • controllo dei dipendenti assenti per improbabile malattia o infortunio o per subentrate necessità parentali;
  • verifica reputazionale di nuovi fornitori, di canditati a specifiche posizioni, di partner commerciali e altre attività di compliance utili alla tutela delle informazioni aziendali.

Le frodi da parte dei dipendenti si manifestano con cause, modalità e impatto molto diversi, ma hanno un denominatore comune: da un lato, la mancanza di conoscenza dei rischi e delle vulnerabilità interne e, dall’altro, l’incapacità di prevenire e gestire l’infedeltà dei propri collaboratori.

Nel caso in cui si sospetti che un proprio socio o dipendente sia infedele, e quindi metta in pratica atti di concorrenza sleale o comunque lesivi nei confronti dell’azienda per cui lavora, è possibile richiedere l’intervento di un’agenzia investigativa.

Anche il presidio del rischio reputazionale dei fornitori, partner commerciali e/o soci titolari è altresì molto importante in questi tempi di emergenza.  Diversi interventi normativi (ad es. D. Lgs. 231/01, Normativa Anticorruzione; Normativa Antiriciclaggio, Salute, Sicurezza e Ambiente, Codice degli Appalti, Normative di settore, Rating di legalità) spostano in capo all’azienda direttamente o indirettamente la rilevanza della reputazione e quindi la responsabilità della scelta dei fornitori.

Ci sono vari indicatori che ci permettono di misurare il grado di reputazione di un’azienda:

  • rilevazioni statistiche sui reclami o lamentele ricevute;
  • valutazione del tasso di incremento delle cause legali;
  • disamina di indice di posizionamento rispetto ai competitor;
  • considerazioni su indici di customer satisfaction;
  • percentuali di recessi da contratti;
  • … e altri parametri che esulano dalle finalità di questo articolo.

DDS Investigazioni da anni è vicino alle aziende personalizzando i propri servizi a seconda dell’esigenza del cliente senza perdere di vista i principi di legalità e corretta gestione delle informazioni acquisite e trattate.

Così facendo riesce a fornire risposte investigative raccolte in fascicoli utilizzabili senza limiti per ogni fine legale, che sia preventivo all’instaurazione di un procedimento o determinante in un contenzioso extragiudiziale, altresì indispensabile per difendersi in un eventuale sede di giudizio.

DDS Investigazioni vanta inoltre competenze giuridiche ed un alto standard qualitativo dell’operatività grazie all’attenzione prestata alla sicurezza sul lavoro per i propri operatori, ai fornisce constante formazione in ambito giuridico, sicurezza del lavoro, ed in tema di privacy.

I nostri collaboratori sono a disposizione per consulenze telefoniche e via WhatsApp

Scopri tutti  i nostri servizi e le nostre tariffe

Oppure contattaci via mail

DDS Investigazioni è il partner ideale per chi vuole iniziare a vederci chiaro!